Loader

Adeguamento sismico, quando è necessario

Purtroppo sono numerosi gli episodi sismici che hanno devastato il nostro Paese nel corso degli anni. Proprio per questo è importante avere una casa a prova di sisma. Di conseguenza gli interventi di adeguamento sismico sono assolutamente da non sottovalutare.

Esistono alcune regole sul miglioramento e sull’adeguamento per tutte le strutture, sia pubbliche che private. Oggi parliamo in particolare degli interventi che permettono di rendere gli immobili sicuri e a norma per quanto riguarda il rischio sismico.

Adeguamento e miglioramento sismico: le differenze tra i due interventi

Prima di raccontarti quali sono le misure e gli interventi da adottare in termini di adeguamento sismico, è necessario comprendere alcune differenze tra quest’ultimo e i lavori di miglioramento. In primo luogo, è utile sottolineare che l’adeguamento si concretizza nell’innalzamento dei livelli di sicurezza di una struttura, che dovrebbero sempre raggiungere un determinato standard. Questo standard è, ovviamente, deciso dal legislatore. Pertanto, nel caso di adeguamento, si deve considerare l’effettuazione di una serie di interventi obbligatori previsti dalla legge.

Il miglioramento sismico prevede l’esecuzione di lavori sempre finalizzati ad aumentare il grado di sicurezza di una determinata struttura. Tuttavia in questo caso non si deve arrivare ad uno standard preciso e definito dalle normative.

Quando è necessario intervenire per quanto riguarda l’adeguamento sismico?

Come abbiamo già evidenziato, l’adeguamento sismico è previsto dalla legge ed è quindi obbligatorio quando si fanno degli interventi strutturali importanti. Ad esempio, si deve ottemperare a quest’obbligo quando si eseguono alcuni lavori di ristrutturazione all’interno del proprio immobile. In genere bisogna prestare attenzione in particolare quando si effettua:

  • L’innalzamento di uno o più piani abitativi.
  • L’ampliamento della superficie con interventi su pilastri e strutture portanti.
  • La variazione della destinazione d’uso dell’immobile con interventi che incidono per il 10% sui carichi globali.
  • Lavori di ristrutturazione che, pur non intervenendo direttamente sulla variazione della volumetria o della superficie, cambiano in maniera importante l’aspetto e la planimetria esistente.

In pratica, quando si eseguono interventi di questo tipo, è importante prestare attenzione e affidarsi a tecnici abilitati. Questi ultimi potranno verificare se esiste l’esigenza di effettuare alcuni interventi di adeguamento sismico. Successivamente si occuperanno di portare l’immobile a rispettare nuovamente gli standard di sicurezza previsti dalla legge, anche dopo le modifiche implementate con la ristrutturazione.

I lavori da svolgere per l’adeguamento sismico

Gli interventi di ristrutturazione che generalmente vengono richiesti per l’adeguamento sismico, rispetto alla normativa in vigore, sono quelli inerenti al consolidamento dei muri e dei solai. Si potranno effettuare tramite l’uso di appositi supporti e ancoraggi per le strutture in cemento armato.

Durante l’esecuzione di interventi di questo tipo, è sempre opportuno porre una particolare attenzione ai lavori svolti dal costruttore incaricato dei lavori. Infatti, molto spesso, le imprese non specializzate fanno confusione tra miglioramento e adeguamento sismico, causando problemi, perdite di tempo e denaro. Noi di Canovi Coperture operiamo attivamente nelle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna e territori limitrofi. Eseguiamo interventi di ristrutturazione, adeguamento, miglioramento sismico e rinforzo antisismico di edifici in muratura già esistenti, residenziali e industriali. Perciò la nostra squadra di tecnici è a tua disposizione!