Loader
C

ompatto. riconosciuta la pericolosità dell’amianto, nel 1992 l’Italia ha emanato una normativa che sancisce l’obbligo del trattamento dell’eternit, allo scopo di realizzare un completo smaltimento di tale materiale. Coperture di case, condomini, garage, capannoni…l’amianto può nascondersi ancora oggi in diversi punti. La sua pericolosità risiede nell’usura: le piogge vanno a disgregare la matrice cementizia dell’impasto cemento-amianto e le sue fibre diventano così tanto sottili da rappresentare un grosso pericolo per la salute delle persone, costantemente esposte al rischio di contrarre una serie di gravi malattie. Devi rimuovere e smaltire l’amianto presente sul tetto di casa? In Emilia Romagna e nel nord Italia, Canovi Coperture si avvale di tecnici specializzati che operano nel pieno rispetto della sicurezza, della normativa vigente e degli standard che regolano la tipologia d’intervento. L’azienda effettua interventi di rimozione e bonifiche per privati, scuole, condomini e per piccole, medie e grandi aziende, garantendo sempre il rispetto della scadenza temporale stabilita, l’alta qualità del servizio e prezzi competitivi.

F

riabile.Provvedere allo smaltimento dell’amianto è fondamentale per evitare che le persone si ritrovino ad affrontare seri problemi di salute. La bonifica dell’amianto in matrice friabile è senza dubbio il più difficoltoso per la pericolosità e per le procedure d’intervento da adottare. Affidarsi a una ditta specializzata come la Canovi Coperture, che sappia esattamente come rimuovere correttamente l’amianto, smaltire lastre di eternit da un tetto civile o industriale e provvedere alla loro sostituzione, rappresenta di certo una garanzia per risultati efficienti.

T

erreni contaminati.Il servizio di monitoraggio ambientale prevede due tipologie di esami differenti: DETERMINAZIONE DI FIBRE AERODISPERSE IN MICROSCOPIA ELETTRONICA A SCANSIONE S.E.M. AI FINI DELLA RESTITUIBILITA’ DEI LOCALI: La microscopia elettronica fornisce una visione morfologica precisa delle fibre di amianto disperse nell’aria con un sistema di microanalisi, permettendo di capire di quali fibre si tratta e in quali quantità esse sono presenti. Questo tipo di analisi per il monitoraggio ambientale è possibile eseguirla su aria, acqua, suolo e rifiuti. DETERMINAZIONE DI FIBRE AERODISPERSE IN MICROSCOPIA ELETTRONICA A CONTRASTO DI FASE M.O.C.F. (FIBRE TOTALI CON DISTINZIONE DI FIBRE ASBESTOSIMILI): La microscopia elettronica a contrato di fase, permette di eseguire analisi veloci e ripetute in breve tempo per rilevare la concentrazione di fibre disperse nell’aria. Rispetto alla microscopia elettronica a scansione (SEM), questo tipo di analisi può essere eseguita solo sull’aria e non definisce di quali fibre si tratti; i risultati di questo esame presentano un grado di incertezza statistica in relazione agli strumenti utilizzati, all’efficienza ed esperienza di operatori e laboratori.